NEWS
All'Ippodromo SNAI San Siro 2^ giornata di corse della stagione 2019. Ostacoli e piano nel programma costituita da 8 prove - ingresso gratuito - (Foto Dena - Snaitech)
All’Ippodromo SNAI San Siro si replica di domenica con la 2^ giornata di corse. Inizio dalle ore 14
16 Marzo 2019

Dopo il sabato inaugurale della 132^ stagione, l’Ippodromo SNAI San Siro programma un riunione mista per la prima domenica di corse nell’impianto milanese del galoppo. Partenza alle ore 14:00 con il Premio Gignese. ovvero i saltatori del Cross Country, sul percorso breve dei 3.000 metri riservato agli amatori. Ci sono linee e riferimenti comuni, a volte in contrasto, ma la base più solida in campo è senza dubbio VANESSA DEL CARDO, sempre regolarissima, in forma certificata e di nuovo su questo tracciato che è il suo preferito. Mentore è un altro che gradirà questa pista più selettiva, mentre Lost Monark non deve dimostrare niente a nessuno e si giocherà la sua chance.

Si continua a saltare anche nella seconda prova di giornata, con il Premio Brivio, condizionata di buonissima categoria sui 3.600 metri delle siepi basse per gli anziani. Pezzi grossi in azione, con prima citazione quasi d’obbligo per LIVE YOUR LIFE, caduto con sfortuna a Pisa ma pur sempre il migliore in campo per statura tecnica e per curriculum. Mezajy è il rivale dichiarato e cova propositi bellicosi, mentre bisognerà vedere in che condizione sarà Big Fly, potenzialmente velenosissimo con questo peso ma al rientro da oltre un anno. Interessante vedere come si comporterà nella specialità El Calife.

La prima corsa in piano è il Premio Gerno, una reclamare sui 1.200 metri per velocisti di 4 anni ed oltre. Livello elevato per la categoria, e soprattutto con una forma recente di un certo spessore, con Second Nature, A Few Good Men, Wake Gold che non hanno nessun neo sulla loro candidatura, ma con la scelta più rischiosa che cade su SOUBRETTA, che non corre dall’estate, ma che potrà contare su un peso decisamente invitante oltre che sulla sua invidiabile affidabilità.

Tornano i saltatori nella quarta prova, per il Premio Corona Ferrea, la prima delle due prove per i debuttanti nella specialità, quella per cavalli di 4 e 5 anni sui 3.000 metri. Gruppo non malvagio, con un paio di individualità interessanti che riescono a ritagliarsi un risalto in più alla vigilia, Change Maker e SAE CORTESERTAS, con la seconda citata che ha un bagaglio tecnico potenzialmente interessante che fa spingere dalla sua parte. Anche Zeja e Worth My Time potrebbero trovare un risalto.

In quinta troviamo l’ultima corsa in ostacoli, il Primi Salti, tradizionale e ricco appuntamento per i giovani di 3 anni, sempre sui 3.000 metri. Saranno molto preziose le indicazioni che arriveranno dai movimenti del betting, con una lievissima preferenza per SKY CONSTELLATION, che ha dimostrato una certa concretezza a 2 anni, oltre ad una certa professionalità che fa ben sperare per la specialità. Awesome To Honor e Minuit sono altri elementi da monitorare, ma è chiaro che non si possano escludere ulteriore inserimenti.

Tutto piano da qui alla fine, e si comincia con il Quintè, Premio Frisozzo, un handicap per i fondisti anziani sul miglio e mezzo di pista grande di categoria più che discreta. Gira e rigira la base più solida cui appoggiarsi è ancora il vecchio BURGGRAF, sempre molto disponibile e con forma rodata e certificata. I cattivi spunteranno dappertutto, con Caterpillar che abbassa il tiro, Jamin Master che arriva da una vittoria, Mondorosa sempre molto pericoloso e Faradays Spark che in autunno ne aveva siglate due sulla pista e la distanza.

Dal fondo alla velocità con il Premio Castelnuovo Bozzente, un handicap sulla distanza minima per i 4 anni ed oltre di livello ottimo. Il campo partenti infatti è bello tosto, perfettamente rappresentato dai pesi alti Pensierieparole e Harlem Shake, ovviamente in prima linea, ma con il colpetto di quota che può essere tirato da MAGDALENE FOX, già a segno su questa dirittura e con le capacità giuste per l’impresa. Giocoforza è un altro da piani alti e a questo punto non si può trascurare neppure Fireion, tre volte a segno nelle ultime quattro.

L’ottava corsa chiude la prima domenica della stagione all’Ippodromo SNAI San Siro. E’ un’affollatissima maiden per i 3 anni sui 1.200 metri per il Premio Gerecon. Exceed Loose e Kilian sono due debuttanti da osservare attentamente al tondino e sul mercato, ma il fattore esperienza spinge verso LIQUID LUNCH, che ha già fatto vedere di saper muovere le gambe e che in Inghilterra si era molto ben comportato sulle distanze veloci. Like Nowhere Else pare in crescita e può recitare un ruolo importante, con una citazione a parte che si può spendere per Rock Vendome e Sopran Willow.