NEWS
Vendome Ok, all'esterno, supera Vega Etoile e regala a Massimiliano Castaldo il terzo centro del pomeriggio (Foto Dena - Snaitech)
Un pomeriggio al Max
18 novembre 2018

L’appuntamento domenicale con il trotto a La Maura ha avuto come mattatore Max Castaldo, autore di un triplete in veste di driver e di un doppio da allenatore. Il primo centro nel Premio Civil Action, la maiden sui 1650 metri per cavalli di 2 anni che inaugurava il pomeriggio, grazie all’attesa Azalea Gar: la portacolori del signor Gabriele Bracco ha conquistato facilmente il comando, ha gestito tranquillamente il ritmo completando il km in 1.18 e nel finale, con qualche affanno di troppo visto il percorso tutt’altro che impossibile, si è difesa da Avion Top, avanzata progressivamente all’esterno nell’ultimo giro e ancora vitale in fondo: quarto finale in 31.6 e media complessiva di 1.17.6. Per il terzo posto Anayti D’Asti, terzo dal via e poi in scia a Avion Top, ha stampato proprio sul filo di lana l’appostata Aruba Cup. Poco incisivo l’atteso Ajaccio.
Max Castaldo ha concesso il bis da catch driver grazie a Uccea Jet, allenata da Giorgio Longobardo, nel Premio As Usual, una prova sui 2250 metri per cavalli di 4 anni e oltre: la corsa ha visto Variago Selva, al comando dopo 400 metri, costretto ad un km in 1.15 per tenere testa al pressing costante di Vortex Va, che sul penultimo rettilineo ha esaurito lo slancio sostituito prontamente dal bravo Max e dalla figlia di Naglo: Variago Selva con coraggio ha provato a respingere l’ennesimo attacco resistendo sino in retta poi ha dovuto lasciare strada alla rivale che è andata ad imporsi a media di 1.14.2. Variago Selva ha mantenuto il secondo posto su Unlight Grif.
L’ultimo successo del pomeriggio è arrivato con Vendome Ok nel Premio Muscle Bound: vittoria costruita al via riuscendo a sistemare la sua allieva in scia a Vega Etoile bucando Volterra che ha poi sbagliato dopo circa 400 metri: acquattata dietro la favorita, la portacolori del signor Aleardo Dall’Oglio ha fatto valere la forma al top e con uno speed secco in retta ha travolto la rivale, al nuovo limite di 1.13. Seconda vittoria consecutiva per la vincitrice, la quarta nelle ultime sette uscite. Terzo posto per Vi Prav, mentre Vhat Love, terza dal via, ha spostato al km ma si è presto eclissata.
Come da previsione, Vaio dei Veltri e Verso Rifredi sono stati i protagonisti del Premio Habit’s Lady, la “reclamare” sui 1650 metri per cavalli di 4 anni: il cavallo di Lorenzo Besana, una volta conquistato il comando sul rivale che si è accodato secondo, sembrava aver messo una seria ipoteca sulla prova, anche perché il primo km se n’è andato in un normale 1.16, ma sull’attacco del cavallo di Andrea Sarzetto affidato a Manuel Pistone il battistrada ha avuto poco da argomentare e così Verso Rifredi è passato facilmente per imporsi a media di 1.15.2. Terzo posto per Vicky Cup, che sull’ultima curva ha spostato all’esterno dalla terza posizione in corda e in zona traguardo ha battuto di misura Vittoria Caf, migliorata per le vie brevi.

Mauro Baroncini lo si vede ormai di rado in pista ma il senso del traguardo non lo ha perduto. Nel Premio Habit, in sediolo alla favorita Zeugma D’Amore, il trainer e driver milanese si è impegnato in un percorso esterno ai lati del battistrada Zefir delle Badie, tornato al comando dopo 700 metri dopo scambio con Zero In Condotta, e in retta ha fatto valere il maggior passo svettando a media di 1.15.7: Zefir delle Badie, seppure in difficoltà nei metri finali, ha salvato il secondo posto da Zambla Alta all’interno e da Zero in Condotta.

Dopo il successo della sua Uccea Jet, Stefano Garofalo si è tolto la soddisfazione di vincere anche la prova riservata ai gentlemen, Premio As Usual, una maratonina ad inseguimento per cavalli di cat. F/G, con Stradivari Cub, sempre per il training di Giorgio Longobardo (al bis nel pomeriggio): malgrado la penalità, il figlio di Classic Photo è riuscito a sistemarsi  in quarta posizione dopo mezzo giro, poi al termine della piegata finale ha trovato la destra libera e con un rush notevole ha travolto i rivali in retta a media di 1.17.6 sui 2720. Per il secondo posto l’altro penalizzato Roller Roc ha avuto ragione di Tarantola Fi, seconda dal via dietro Valkyria Run che aveva tenuto ritmo costante. Il favorito Solitario You Sm ha avuto percorso ostico ed è calato in retta.