NEWS
La 16^ giornata stagionale di corse al trotto all'Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme è programmata per sabato 23 luglio dalle ore 20:20 con sette prove, tra cui il clou alla memoria di Cesare Meli (Foto Rosellini - Snaitech)
All’Ippodromo Snai Sesana riunione di corse del sabato dedicata ai Gentlemen. Sette prove a partire dalle ore 20:20 con il clou alla memoria di Cesare Meli
20 Luglio 2022

Penultimo sabato del mese di luglio all’Ippodromo Snai Sesana di Montecatini Terme per una riunione di corse valida per la 16^ giornata stagionale in cui saranno protagonisti i gentlemen. La prova tecnicamente più interessante delle sette in programma è quella intitolata a Cesare Meli (5^ corsa), presidente Federnat, l’organo che rappresenta i gentlemen drivers d’Italia, scomparso a 77 anni nell’aprile del 2019. Di professione imprenditore edile, la figura di Meli fu legata al mondo dell’ippica per la grande passione e capacità di seguire e formare i cavalli oltre che al correre; particolare fu nel 2014 la sua richiesta al Mipaaf di poter continuare a fare il driver anche dopo la soglia dei 70 anni e così fu sino alla fine del 2017 (ultima vittoria con Rondinella Cla nell’aprile 2017 e poi, con lo stesso cavallo, terminò la carriera pochi mesi più tardi sul circuito della sua Firenze). Memorabile il suo impegno per la pista di trotto dell’ippodromo del Visarno e per la sua scuderia Bellosguardo che per oltre mezzo secolo ottenne importanti vittorie. La corsa a lui dedicata al Sesana è un handicap sulla distanza del doppio km, dove i cavalli sono suddivisi in base alle categorie di appartenenza. Tra i partenti emerge Voltaggio, tornato di recente al successo, anche se in contesto meno qualificato di quello che incontra in questa occasione. C’è da dire però che rimane un cavallo adatto a questa proposizione di corsa ed è ben sistemato nei nastri. L’opposizione potrebbe essere guidata da Ubi Jet e da Acquatinta Font. Interessante anche il Premio Hello Boy 1980, la condizionata per i 3 anni in cui la scelta del favorito se la dividono equamente Dakota Delong, Dancingqueen Font e Deejay Effe. Nelle restanti prove della serata montecatinese piacciono Chanel Dei Colli nella prova di apertura per il Premio Lando Correvo 2015, e nella successiva, per il Premio Zigfield 2004, Birba Dall in quanto cavalla veloce e con posizione vantaggiosa; per il Premio Soberania 1998, desta curiosità vedere in pista la cresciutissima Blancka, mentre il vecchio leone Achille Caf potrebbe essere protagonista nel Premio Glow di Jesolo 1990; infine è da tenere presente Carabiniere Pel che ha ottenuto il suo record in carriera non più tardi di un mese fa e che sarà impegnato nel Premio Sicolone 1969 in chiusura di riunione. Per la prova di qualifica di 3 anni in pista alle ore 20, mentre per la prova pubblica dei 2 anni dopo la 5^ corsa. Ma vediamo nel dettaglio il programma del Sesana.

PRIMA CORSA – PREMIO LANDO CORREVO 2015

Condizionata per soggetti di 4 sulla breve. Chanel Dei Colli è cresciuta davvero molto nell’ultimo scorcio di stagione, inoltre ha il vantaggio della corda, e tutto sommato trova una favorevole occasione per allungare la striscia positiva. Nonostante la difficile sistemazione in seconda fila, la prima alternativa potrebbe essere il duttile e regolare Cruciale Min. Corto Maltese e Custer Dei Greppi completano il pronostico.

SECONDA CORSA – PREMIO ZIGFIELD 2004 

Tocca ai cavalli di 5 e 6 anni. Birba Dall può sfruttare la sua velocità in partenza e la favorevole posizione per provare ad andare al comando e restarci sino in fondo. Si gioca una concreta chance di ben figurare anche Budduso Lippi, perché è un cavallo dal cambio di marcia violento ed in valore assoluto, non è inferiore a nessuno nel contesto odierno. Zazza Jet e Birkin OP sono due nomi possibili per accoppiate e trio.

TERZA CORSA – PREMIO SOBERANIA 1998

Reclamare per cavalli di 5 anni ed oltre, di difficile soluzione, visto che sono tanti i pretendenti al successo. Proviamo a scegliere la forma della duttile Blancka, anche se è scontato dire che avrà bisogno di evenienze tattiche favorevoli per emergere. Il panzer Tajari ha ritrovato la forma ed ha feeling con il suo interprete, quindi occhio. Terza scelta per quella Brezza Grad, velenosissima se in giornata.

QUARTA CORSA – PREMIO HELLO BOY 1980

Condizionata per cavalli di 3 anni sulla distanza del doppio km. Dakota Delong si è ben disimpegnata di recente a Follonica e su quella linea proviamo ad eleggerla favorita. Si è tolta la qualifica di maiden la scorsa settimana Dancingqueen Font, in una prova dove ha vinto e convinto. Sulla stessa linea è valutabile anche quella Deejay Effe, a cui ha giovato il cambio di training, come si è visto nell’assunto di fine giugno in terra marchigiana.

QUINTA CORSA – PREMIO MEMORIAL CESARE MELI 

Come abbiamo già evidenziato il centrale di giornata è intitolato all’indimenticato Cesare Meli. Si tratta di un handicap sul doppio km, dove i partecipanti sono suddivisi in base alle categorie di appartenenza. Voltaggio comincia a sentire il peso degli anni, ma rimane uno specialista di questo genere di prove, inoltre ha buona sistemazione. Piace anche Ubi Jet, soprattutto sulla linea dell’ultima. A meno venti una citazione per Acquatinta Font.

SESTA CORSA – PREMIO GLOW DI JESOLO 1990

Miglio per cavalli anziani di categoria F e G. Achille Caf si è già distinto in passato in contesti analoghi ed una forma recente acclarata, conseguentemente partiamo da lui. Ubi Boko SM a percorso netto, rimane cliente molto scomodo. Verduzzo MDM se già in condizione, avrebbe una chance solare, ma c’è ovviamente un dubbio in tal senso. C’è curiosità per la novità Dakota Winner ed anche in questo caso, la sgambatura potrà dare un valore aggiunto.

SETTIMA CORSA – PREMIO SICOLONE 1969 

Chiusura della serata all’Ippodromo Snai Sesana con una condizionata per cavalli di 4 anni. Carabiniere Pel si sta muovendo bene nell’ultimo scorcio di stagione inoltre è ben sistemato ed il nostro favorito. L’ago della bilancia si chiama Clever Band LF, perché nel caso in cui facesse il netto sarebbe osso duro per tutti, ma è cavallo non semplice da gestire in corsa ed ha poco esperienza in pista piccola. Carim è un altro di quelli che conta, anche se la posizione, non promette niente di buono.